Juniores, vittoria per il Gragnano

I partenopei hanno battuto la Gelbison

juniores vittoria per il gragnano
Vallo della Lucania.  

Secondo impegno consecutivo lontano dalle mura amiche del “San Michele” per la formazione Juniores di Mister Marino, che dopo il pareggio di sette giorni prima contro la Nocerina ha l’occasione di riscattarsi proprio contro una diretta concorrente per l’accesso ai Play Off come la Gelbison VdL contro la quale il trainer partenopeo deve fare a meno dello squalificato Panico e degli infortunati Cavaliere e Palomba.

Nei primi dieci minuti i padroni di casa si rendono pericolosi in due circostanze: la prima al quarto minuto, su calcio d’angolo battuto dalla sinistra Giustiniani viene lasciato solo e libero di colpire ma il suo colpo di testa finisce fuori. Al decimo azione solitaria di Acampora, sempre sulla sinistra, con tiro a mezz’altezza che conclude la sua traiettoria di poco a lato del palo. Dopo queste due occasioni finalmente i gialloblè iniziano a macinare gioco ed azioni, andando vicini alla rete in almeno quattro occasioni con Santoriello, La Monica e Mancini. Proprio quest’ultimo compie un’autentica perla quando a metà tempo riceve il pallone, stoppa di petto, si gira e al volo lascia partire un fendente che purtroppo si stampa contro la base del palo. Si va negli spogliatoi con un Gragnano in palla, anche se poco incisivo sotto porta; da segnalare anche un sospetto tocco di mano in area rossoblù ma l’arbitro Di Lorenzo non se la sente di decretare la massima punizione. Nel secondo tempo i Marino Boys entrano in campo più convinti di concretizzare la mole di gioco prodotta, ma ironia del destino su un contropiede l’attaccante Vasca si invola verso la porta e trafigge Riccio scatenando l’euforia dei sostenitori locali. Nonostante la doccia fredda i gragnanesi riordinano le idee e riprendono a manovrare con Reccia e La Monica a lavoro sulle fasce, affidandosi all’estro di Ascione e alle puntuali chiusure di Alfano in difesa. Su un fallo laterale sull’out di sinistra il pallone arriva a La Monica che dopo aver saltato due avversari viene messo giù prima di poter calciare, fischio del penalty che questa volta arriva puntuale e più che giusto da parte del direttore di gara. Come sette giorni prima a Siano, si incarica della battuta Ascione che da buon cecchino trafigge Apicella che aveva intuito la traiettoria e per poco non respingeva il pallone. II pareggio, tuttavia, non corrisponde alle aspirazioni del Gragnano che spinge sull’acceleratore per trovare il vantaggio che arriva al settantottesimo e vede finire sul tabellino dei marcatori in maniera inaspettata il nome del difensore brasiliano Barankiewicz. Calcio di punizione per il Gragnano respinto, la palla arriva a Fossa, che scavalca con un pallonetto i difensori vallesi intenti a far scattare il fuorigioco, la palla finisce al brasiliano Lucas, che stoppa la palla e con un tiro preciso di sinistro mette il pallone alla destra del portiere di casa.Dura un attimo l’esitazione a festeggiare per l’incredulo difensore, goleador di giornata, motivata dal timore del fuorigioco che non era tale in quanto lo stesso era tenuto in gioco da Acampora. Il finale di partita vede il Gragnano amministrare il vantaggio e continuare la sua manovra fino al triplice fischio che innesca i festeggiamenti gialloblè.

Redazione