Arena (under 15): "Stiamo disputando un ottimo campionato"

Il baby centrocampista: “Mister Landi? Mi sono trovato bene dall’inizio”

arena under 15 stiamo disputando un ottimo campionato
Salerno.  

Intervenuto ai microfoni di Granatissimi.Ottopagine, a parlare è stato il centrocampista degli under 15 allenato da mister Mario Landi, Massimo Arena: “Ho cominciato a giocare nella scuola calcio del mio paese, la Red Devils. Successivamente, all’età di 10 anni, ho effettuato un provino per la Salernitana con la quale ho continuato il mio percorso calcistico per 2 anni. Sono passato in un’altra scuola calcio di Salerno per poi tornare all’inizio di questa stagione nuovamente in maglia granata”, queste le prime parole del baby calciatore granata che brevemente si è presentato.

Sulla sua esperienza a Salerno: “Quest’anno mi sono ambientato molto bene, sono in sintonia perfetta con i miei compagni di squadra. Stiamo disputando un buon campionato. Siamo un bel gruppo sia dentro che fuori dal campo, ci vogliamo davvero molto bene”.

Arena ha poi continuato, soffermandosi sull’impresa della sua squadra fino a questo momento: “Non vogliamo più fermarci. Spero che riusciremo ad approdare direttamente alle final eight per poter combattere con più agio per il titolo finale. Ovviamente speriamo di vincere il campionato una volta arrivati ai play – off, però penso che sia abbastanza difficile: ci sono squadre davvero ben attrezzate e molto preparate”.

Ultima partita a Trigoria, una vittoria importante al cospetto della prima in classifica: “Non ci aspettavamo un successo, avevamo preventivato al massimo un pari. Giocando bene siamo riusciti ad ottenere il miglior risultato”.

Prossima col Pescara: “L’obiettivo sarà vincere prima di tutto per poter arrivare più in alto possibile. Successivamente daremo anche un’occhiata ai risultati dagli altri campi: se il Napoli dovesse perdere a Bari potremmo chiudere addirittura al secondo posto”.

2 gol in stagione per Arena, tra cui uno nel derby d’andata contro l’Avellino: “Ho ricevuto palla da Vignes, il nostro capitano, poi ho portato la sfera fino al fondo, a seguito di una finta sono entrato in area ed ho battuto il portiere sul secondo palo. E’ stata una fantastica emozione. Soddisfazione particolare anche perché affrontavo amici che erano miei ex compagni di squadra nella scuola calcio. L’altro gol l’ho realizzato nello 0-2 a Benevento”.

Sul futuro: “Per la prossima stagione spero di restare alla Salernitana puntando ancora più in alto: cercheremo di diventare importanti creando una nostra identità. Fra qualche anno sognerei, un po’ come tutti, di giocare in Serie A”.

Un commento su mister Landi: “Con lui mi sto trovando molto bene dall’inizio perché riesce a farci esprimere al massimo. Nello spogliatoio ci carica molto, lo paragono a Sarri per il suo credo calcistico”.

Il momento più bello della stagione: “Per quanto mi riguarda i derby sono state le partite in cui ho giocato meglio e sono stato più determinato. Sulla squadra, invece, non posso dire nulla perché abbiamo cercato di dare il nostro meglio in tutte le partite e fino a questo momento abbiamo ottenuto ottimi risultati”.

Un passaggio sulle altre squadre del girone C: “Sicuramente la Roma è quella meglio attrezzata. Poi siamo stati messi in difficoltà anche dal Bari e dal Frosinone”.

Ed infine, sul settore giovanile della Salernitana e su Salernello: “E’ curato abbastanza bene dagli addetti ai lavori, non saprei dove potranno intervenire per migliorarlo ulteriormente. Una struttura propria sarebbe molto importante per allenarci bene e prepararci meglio al campionato. Tra le altre squadre abbiamo un buon rapporto con gli under 16 visto e considerato che viaggiamo e giochiamo insieme”.

Marco Savarese