Prove di formazione, possibile 4-4-2 offensivo

Bollini valuta un cambio tattico, molto dipende dalle condizioni di Rosina

prove di formazione possibile 4 4 2 offensivo
Salerno.  

E' ripresa ieri pomeriggio sotto il diluvio la preparazione della Salernitana in vista della partita in programma sabato prossimo contro il Pescara. A cospetto di un avversario tecnicamente più forte, ma molto vulnerabile in difesa come sempre capita alle formazioni di Zeman, mister Bollini proporrà una squadra a trazione anteriore, ma più coperta sia sulle corsie esterne, sia in mediana. E' ancora presto per abbozzare l'undici iniziale e per capire se ci sarà quel cambio di modulo tanto auspicato dal presidente Claudio Lotito, ma la Salernitana proporrà soluzioni diverse rispetto alla sfortunata trasferta di Carpi. Tutto ruota intorno alle condizioni di Alessandro Rosina. Il fantasista, ai box da due settimane per un problema muscolare, rientrerà gradualmente in gruppo e sarà costantemente monitorato dallo staff sanitario; qualora dovesse recuperare, facile prevedere che si ripartirà dal 4-3-3, con Sprocati sull'out opposto e Bocalon punta centrale.

Zito scalpita, Gatto verso la panchina

Non è affatto da escludere, però, una sorta di 4-3-3 camaleontico e che in fase di non possesso possa trasformarsi in un più accorto 4-4-2. L'ago della bilancia potrebbe essere Antonio Zito, tenuto ai margini dell'undici titolare sia contro la Ternana, sia a Carpi,ma elemento tatticamente preziosissimo per la sua capacità di supportare entrambe le fasi. A questo punto la Salernitana potrebbe giocare così:Radunovic tra i pali, difesa a quattro con Perico e Vitale sulle corsie esterne e il tandem Tuia-Bernardini al centro, in mediana intoccabile Minala, al suo fianco uno tra Ricci (in vantaggio) e Odjer, mentre Sprocati e Zito agiranno sulle fasce a sostegno del duo Bocalon-Rossi, con il talento scuola Lazio finalmente schierato nel suo ruolo naturale dopo gli esperimenti precedenti. Scalpitano anche Della Rocca, Schiavi e Cicerelli, Gatto potrebbe partire dalla panchina, mentre spera di esordire l'ex Crotone Di Roberto. Non hanno ancora scalato posizioni nelle gerarchie di Bollini Kynyine, Kadi e Alex.

Gaetano Ferraiuolo