Ex granata: Di Napoli assolto, Perrone trova panchina

Buone notizie per l'ex bomber granata, si pensa ad un club in suo onore in provincia

ex granata di napoli assolto perrone trova panchina
Salerno.  

Torna il sole in casa Arturo Di Napoli dopo mesi di tempesta che lo hanno costretto a lasciare la panchina del Messina in un momento, tra l'altro, molto positivo della sua carriera da allenatore. Coinvolto nelle indagini ribattezzate "Dirty Soccer" (e due anni fa provarono, soprattutto mediaticamente, a tirare in ballo anche la Salernitana con accuse infamanti e gravissime, tutto risolto ovviamente in una bolla di sapone), l'ex bomber granata è stato assolto in primo grado perchè i fatti contestati non costituiscono reato. Attraverso il suo profilo Instagram, molto seguito da tanti tifosi della Salernitana che sono ancora legatissimi a lui sia come uomo, sia come professionista, il diretto interessato ha fatto chiarezza scrivendo quanto segue: "Il 2 febbraio 2016 la mia squalifica, ma oggi si chiude una vicenda che ha, per il momento, frenato la mia crescita professionale come allenatore in una fase molto positiva della mia carriera. L'assoluzione perchè il fatto non costituisce reato mi rende felice e mi restituisce fiducia nella Giustizia. Ringrazio infinitamente i professionisti che mi hanno assistito, lo studio degli avvocati Antonio Fazio e Nicoletta Carè e l'avvocato Salvatore Staiano, grazie ai quali oggi ritrovo il sorriso che questa indagine mi aveva tolto. Il tempo è galantuomo". Una bella notizia anche per un gruppo di tifosi della Salernitana che, a quanto filtra, avrebbe intenzione nei prossimi mesi di intitolargli un club in provincia.

A proposito di ex granata, si registrano novità anche nel mondo degli allenatori. Mentre tanti tecnici transitati per Salerno non hanno ancora trovato posto (da Somma a Galderisi passando per Sanderra e Gregucci (che potrebbe essere tra i papabili in caso di esonero di Bollini), eccone uno che può finalmente ripartire dopo una serie di esperienze sfortunate. Stiamo parlando di Carlo Perrone, tra i protagonisti della rinascita del calcio salernitano, uomo molto stimato dalla tifoseria e che, dopo l'immeritata e rocambolesca retrocessione in D con L'Aquila dettata soprattutto dai problemi societari, ha firmato un contratto con il Monterosi, compagine che milita nei campionati dilettantistici. Destino inverso per l'amico e collega Menichini, silurato dalla Reggiana dopo una falsa partenza. Stimolante avventura anche per Ciro Ginestra, nuovo allenatore dell'Altamura. 

Gaetano Ferraiuolo