Abbondanza nei reparti, Bollini deve scegliere

In vista del derby di domenica il tecnico recupera diversi elementi

abbondanza nei reparti bollini deve scegliere
Salerno.  

Durante le ultime settimane la Salernitana ha dovuto far fronte ad una forte emergenza in quasi tutti i reparti, con il tecnico Bollini messo in difficoltà da questa “coperta corta”. La situazione attuale, però, è decisamente più positiva, ed ora il trainer di Poggio Rusco ha tutti gli elementi per giocarsi al meglio le proprie possibilità, ed il derby di domenica con l’Avellino potrebbe essere decisivo. Nel post Ascoli, ed in questa settimana, le scelte di formazione sono state messe più volte in discussione dall’interno. Dapprima il co-patron Claudio Lotito, ha chiesto maggiore oculatezza nel modulo, con il 3-4-2-1 che a detta sua sarebbe più consono all’attuale rosa. In avvio di settimana, poi, ci ha pensato Sprocati a dire la sua, con l’ex Pro Vercelli dubbioso sulla scelta di non schierare più esterni d’attacco, avendone diversi a disposizione. Insomma un clima tutt’altro che disteso, ed a volte un ventaglio di scelte ampio rischia di scontentare un po’ tutti.

Il primo nodo da sciogliere è il modulo: nelle ultime sedute provato con insistenza il 3-4-2-1 chiesto da Lotito, ma non è escluso un ritorno al passato con il 4-3-3. I dubbi, questa settimana, partono già dai pali, con il rientrante Radunovic messo in discussione dall’ottima prestazione di Adamonis. Il serbo per ora mantiene il posto da titolare, ma la piazza non è rimasta indifferenze alle performance del giovane lituano scuola Lazio. In difesa, dopo lo stop precauzionale contro i bianconeri, torna Bernardini, il quale comporrà insieme a Schiavi e Mantovani il terzetto di centrali. Gigi Vitale torna dunque sull’out sinistro, così come Kiyine dovrebbe tornare su quello destro, con Pucino recuperato in panchina. Interni di centrocampo Minala ed uno tra Ricci ed Odjer. Ora la questione attacco: in avanti cerca spazio Rosina, e Bollini potrebbe riproporre l’ex Zenit titolare nella posizione di trequartista insieme a Sprocati, con Rodriguez unica punta, a svantaggio di un Bocalon apparso sotto tono. Come detto in apertura, però, la panchina lunga di questa settimana potrebbe rivoluzionare questo settaggio. Oltre al promettente Rossi, nell’ultima apparizione i tifosi granata hanno avuto modo di saggiare l’altro prospetto in rosa: Emanuele Cicerelli. L’ex Paganese, nei pochi minuti che avuto a disposizione, non è affatto dispiaciuto, anche se in un’occasione ha peccato di poco altruismo. Insomma le opzioni ci sono, ora resta da capire come la Salernitana si giocherà questa chance di migliorare la propria stagione.

 

Simone Gallo