Al via il campionato di Pallanuoto di Serie A2

Domani la Campolongo Hospital R.N.Salerno ospita la Roma Vis nova

al via il campionato di pallanuoto di serie a2
Salerno.  

Prenderà il via sabato 25 novembre 2017 il campionato di serie A2 di Pallanuoto maschile, girone sud. Esordio casalingo per la Campolongo Hospital R.N. Salerno, che alle ore 18,00, alla piscina Simone Vitale di Torrione, incontrerà la Roma Vis Nova. La squadra capitolina, retrocessa la scorsa stagione dalla serie A1 dopo lo spareggio salvezza contro il Torino 81, è guidata dal tecnico Alessandro Calcaterra, ex stella del Settebello, ed è capitanata dal salernitano Francesco Vitola.

Quella che va a cominciare è una stagione importante per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, che mira a svolgere un ruolo da protagonista nel girone meridionale, per poi giocarsi la chances di promozione ai play-off.

Per raggiungere i traguardi prefissi, la società cara al patron Enrico Gallozzi ha allestito un roster di tutto rispetto, grazie all'opera del DS Mariano Rampolla, a Salerno, tra gli altri, sono arrivati il capocannoniere dello scorso torneo di A2 Michele Luongo, e il mancino Vojislav Cupic, l'anno scorso in A1 con l'Acquachiara.

Dopo la pesante preparazione estiva, e i tornei di Padova e Salerno, entrambi vinti dai giallorossi, gli uomini guidati dal tecnico Matteo Citro sono pronti all'esordio, consapevoli delle difficoltà che riserva sempre la prima gara di campionato, come sottolineato dalle dichiarazioni dello stesso tecnico: "Iniziamo questa nuova avventura con grande entusiasmo. Ci aspetta subito una gara complicata contro la Roma Vis Nova retrocessa dalla A1 e che ha conservato il gruppo base dello scorso anno. Daremo il massimo per regalare la prima gioia a società e tifosi".

Per la gara di sabato, Citro dovrà fare a meno del centroboa Donato Pica, che sarà fuori ancora per qualche settimana, e da valutare le condizioni di Daniel Gallozzi, non al meglio della condizione, e di Giuliano Spatuzzo influenzato.

La gara sarà arbitrata dai signori Aldo Rovandi di Torino e Andrea Zedda di Cagliari.

M.G.