La Salernitana si aggrappa a Mattia Sprocati

Il calciatore torna titolare a distanza di un mese e mezzo

la salernitana si aggrappa a mattia sprocati
Salerno.  

Sarà pure una coincidenza, ma la Salernitana ha iniziato a perdere colpi non appena Mattia Sprocati è uscito dal terreno di gioco a causa di un fastidioso infortunio. Autentitco colpo di mercato da parte della società ed etichettato dai soliti "ds social" come "lo scarto della Pro Vercelli", l'estroso attaccante ha vissuto un avvio di stagione da assoluto protagonista: gol in coppa Italia contro l'Alessandria di pregevole fattura, rete da antologia nella sfida con il Pescara, doppietta a Novara, magia ad Avellino, prodezza a Parma, quando mister Bollini decise incomprensibilmente di tenerlo in panchina rinunciando all'elemento più in forma della rosa. Gol a parte, Sprocati è sempre stato una spina nel fianco per le difese avversarie denotando una crescita esponenziale rispetto allo scorso girone di ritorno, quando seppe ritagliarsi il suo spazio con il passare delle settimane ripagando la fiducia del direttore sportivo Fabiani e di due presidenti che, a giugno, hanno deciso di investire 110mila euro per acquisirne il cartellino a titolo definitivo.

Sabato scenderà in campo dal primo minuto, presubilmente da esterno d'attacco dopo essersi sacrificato da trequartista nel 3-4-1-2. A Brescia il suo ingresso in campo ha permesso alla Salernitana, seppur per pochi minuti, di destarsi dal torpore e di rendersi finalmente pericolosa dopo 70 minuti alla camomilla, peccato che un super Minelli gli abbia negato la gioia del gol con un riflesso importante e decisivo. Contro il Perugia sogna il classico gol dell'ex, lui che decise un Perugia-Salernitana di 4 anni fa con un inserimento perfetto alle spalle di Luciani e un tiro insidioso che trafisse il colpevole Iannarilli. Il big match dell'Arechi sarà la sua partita, la Salernitana si aggrappa ai suoi piedi per dare un calcio alla crisi e affacciarsi nuovamente in zona play off.

Gaetano Ferraiuolo