Incidenti nel settore ospiti: feriti e lacrime per un bambino

Rissa tra supporters biancoverdi, possibile chiusura della curva Sud del Partenio

incidenti nel settore ospiti feriti e lacrime per un bambino
Salerno.  

Quelli che sembravano degli episodi isolati di violenza all’interno della tifoseria irpina - prontamente sedati, seppur con qualche difficoltà, prima e durante Salernitana - Avellino - erano invece l’avvisaglia di un post-partita ad altissima tensione, che è destinato a determinare provvedimenti da parte delle forze dell’ordine e non solo.

Con il passare delle ore emergono infatti dettagli e riscontri tutt’altro che marginali in merito a ciò che si è verificato dopo il triplice fischio del derby dell’Arechi, complice l’inevitabile e lunga attesa, per motivi di ordine pubblico, dei duemila sostenitori irpini prima di lasciare lo stadio: è in quel momento che è scaturita un’ultima e concitata rissa tra opposte fazioni di ultras avellinesi. Un parapiglia di cui hanno fatto le spese, loro malgrado, anche una giovane ragazza, alla quale sono stati rotti due denti, e un bambino di dieci anni che, per il forte spavento, ha accusato un malore che ha reso necessario l’intervento del 118.

Tempestivo l’intervento degli agenti della Questura di Avellino, che hanno cercato di dividere le diverse decine di supporters intenti a darsi botte da orbi: quattro agenti del gruppo guidato dal capo della volante Elio Iannuzzi - anche lui aggredito - sono rimasti colpiti da calci, pugni e colpi di cintura rimediando sette giorni di prognosi. I responsabili, circa una ventina, sono stati già individuati grazie anche al sinergico lavoro con la Questura di Salerno, che sta contribuendo a ricostruire quanto accaduto con l'ausilio di filmati. Imminenti i provvedimenti di Daspo e la segnalazione all’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive di quanto accaduto: possibile la chiusura della Curva Sud per il match casalingo di domenica contro il Pescara.

Articolo a cura del collega Marco Festa di Ottopagine e Ottochannel