Capuano: "Vorrei allenare la Salernitana prima del 2020"

Il mister: "Fabiani l'amico più caro che ho nel mondo del calcio"

capuano vorrei allenare la salernitana prima del 2020
Salerno.  

Ospite di SportItalia durante il solito speciale dedicato al mondo del calcio, il vulcanico tecnico salernitano Eziolino Capuano ha parlato a 360° e con la schiettezza che lo contraddistingue di un'annata che definire tribolata sarebbe un eufemismo: dall'esclusione del Modena dal campionato di serie C alla perdita di una cospicua somma di denaro passando alle continue polemiche pubbliche del suo ex presidente Fedeli e all'esonero avvenuto a 90 minuti dal termine della stagione, quando la sua Sambenedettese, presa al settimo posto in un momento di crisi tecnica e psicologica, si è ritrovata con merito quasi a ridosso della prima distinguendosi per organizzazione tattica e per la capacità di non subire gol nè in casa, nè in trasferta. Stuzzicato dal giornalista Alfredo Pedullà, Capuano ha parlato naturalmente anche della Salernitana e del suo futuro esprimendosi così: "Sapete benissimo quale sia il mio sogno, mi piacerebbe guidare la Salernitana già prima del 2020. Sono legato a quella città, quest'anno hanno messo in vetrina un talento di qualità come Mattia Sprocati. Non nascondo che ho un ottimo rapporto con il direttore sportivo Angelo Fabiani, una persona che sa fare calcio e che ha sempre dimostrato di essere un grande competente. E' l'amicizia più stretta che io abbia mai instaurato nel mondo del calcio, mi fa veramente piacere. Questo non significa che io mi stia sponsorizzando, nel calcio nessuno mi ha mai regalato nulla. La Samb? Mi è stato tolto un sogno, ho preso una squadra ottava e siamo arrivati secondi, hanno scelto di mandarmi via a 180 minuti dalla fine della stagione. Nulla da dire su Fedeli come uomo, ma capirne di calcio è un'altra cosa..."

Gaetano Ferraiuolo