Salernitana, nuova pista per il reparto offensivo

Le indiscrezioni: la dirigenza vuole almeno un centravanti di spessore

salernitana nuova pista per il reparto offensivo
Salerno.  

Che la Salernitana abbia bisogno di un attaccante forte è fuori discussione, del resto Riccardo Bocalon, pur avendo realizzato dieci reti alla sua prima vera stagione in B in una piazza difficile ed esigente come Salerno, non ha convinto in pieno e spesso ha lasciato il campo tra i fischi del pubblico per alcuni errori clamorosi. Anche il sondaggio lanciato ieri dalla nostra redazione ha mostrato una certa spaccatura in merito: c'è chi gli darebbe ancora fiducia, chi invece lo lascerebbe partire senza esitazione, in realtà la maggior parte dei tifosi pensa che, con un anno in più di esperienza alle spalle, possa aver acquisito quella maturità e quella consapevolezza dei propri mezzi che gli permetteranno di rappresentare la prima alternativa al bomber titolare. Il primo nome che è circolato è quello di Adriano Montalto, attaccante di 30 anni già in passato calciatore granata su intuizione del ds Nicola Salerno e che ha segnato il doppio dei gol di Bocalon pur militando in una squadra ultima in classifica praticamente da inizio campionato. Per ingaggio, età e concorrenza non sarà certamente semplice convincerlo ad accettare la Salernitana, ma anche mister Colantuono sta facendo alcune riflessioni: statistiche alla mano, infatti, Montalto è esploso soltanto quest'anno e nel recente passato non si è rivelato quell'attaccante determinante di cui la squadra ha assolutamente bisogno per non far rimpiangere ancora una volta Coda e Donnarumma.

E così ecco spuntare altri nomi che rappresenterebbero, al momento, non delle primissime scelte, ma pedine comunque interessanti da inserire in una rosa che vuole alzare l'asticella. Non è un mistero che il direttore sportivo Angelo Fabiani sia un grande estimatore di La Mantia e, da questo punto di vista, emergono dettagli inediti: quando a gennaio si parlò di uno scambio con Leonardo Gatto il ds Superbi avrebbe promesso alla Salernitana priorità assoluta al termine della stagione in caso di retrocessione. Non a caso i due club potrebbero incontrarsi a metà giugno per fare il punto della situazione anche su altri elementi che la C non vogliono giocarla e che gradirebbero una piazza importante come quella di Salerno. Da Venezia rimbalza la voce di uno scambio tra Gianluca Litteri e Riccardo Bocalon qualora gli arancioneroverdi non riuscissero a vincere il campionato, ma molto dipenderà anche da chi retrocederà: si libererebbero, infatti, elementi come Macheda, mentre in caso di promozione certamente il Parma rivoluzionerebbe l'attacco e lascerebbe partire i più esperti. La caccia al bomber, dunque, sotto traccia è già partita e la sensazione è che arriveranno almeno due attaccanti di valore, con Bocalon ed Alessandro Rossi principali alternative.

Gaetano Ferraiuolo