Memorial Ignazio Scardina, il lavoro dell'avvocato Morescanti

Presente la Salernitana, meritato riconoscimento per un professionista "ucciso da calciopoli"

memorial ignazio scardina il lavoro dell avvocato morescanti
Salerno.  

Qualche tempo fa vi raccontammo in esclusiva della splendida giornata di sport e cultura vissuta presso il campus di Fisciano dell'Università degli studi di Salerno, quando alcuni rappresentanti granata tennero un convegno dedicato alla lealtà soffermandosi su tematiche molto delicate quali giustizia, senso civico, ruolo dei mass media, fasi di un processo e, soprattutto, l'incidenza che può avere un falsa accusa sulla salute di ci è purtroppo coinvolto in situazioni che non gli appartengono. Per la Salernitana era presente il direttore sportivo Angelo Fabiani che, incalzato dalle domande dei relatori e dei tanti ragazzi presenti, ricordò i tempi di calciopoli, quando si ritrovò indagato per poi essere assolto senza che nessun organo di informazione locale e nazionale dedicasse lo spazio necessario alla bella notizia contrariamente a quando, anni prima, dovette sbattere il "mostro in prima pagina" per aumentare le vendite dimenticando che dietro un professionista c'è un uomo che ha famiglia, figli e che non può essere condannato a priori senza aspettare la sentenza definitiva. Fu proprio Fabiani, con un pizzico di commozione, a ricordare la figura di Ignazio Scardina, ex giornalista Rai prematuramente scomparso a causa di una bruttissima malattia e che, secondo molti, si ammalò proprio per la sofferenza interiore causatagli da un processo "più mediatico che sostanziale, ricordiamo che in aula si chiedeva più volte "ma cosa ci faccio qui?" con uno sguardo perso nel vuoto, questa cosa ci portava a scherzare con lui per sdrammatizzare, ma era evidente che stava soffrendo e non a caso si è ammalato" come raccontarono ancora con rabbia i presenti a quel convegno.

Protagonista assoluta è stata l'avvocato Silvia Morescanti, grandissima professionista ed esperta di legge che, in passato, difese alcuni degli arbitri coinvolti, ma anche il compianto giornalista, a quanto pare "scaricato" anche da qualche suo collega che probabilmente non aveva creduto alla buona fede ponendo dei dubbi che si sono naturalmente rivelati fuori luogo. E così bene hanno fatto tutti i suoi amici ad organizzargli a Roma un memorial al quale prenderanno parte le società Trastevere, Accademia Calcio Roma, A. Vescovio, Salernitana (in panchina il mister Mariani), Rieti, Tor Sapienza, Certosa e Vigor Perconti, con i giovani che potranno affrontarsi imparando davvero tanto dai racconti di chi ha avuto il piacere di conoscerlo e che pensa quanto il giornalismo di oggi, così caotico e senza scrupoli, avesse ancora tanto bisogno di una persona come Ignazio Scardina. Per poter crescere, una societ di calcio passa anche attraverso momenti del genere: fa davvero piacere che la Salernitana sia sempre più presente anche a livello nazionale quando si affrontano tematiche molto più importanti di un pallone che rotola in una rete.

Gaetano Ferraiuolo