Si raffredda la pista Memushaj, riflessioni su Basha

In attesa di definire gli arrivi di Castiglia e Altobelli si cerca un altro centrocampista top

si raffredda la pista memushaj riflessioni su basha
Salerno.  

Se di Castiglia e Altobelli abbiamo parlato ampiamente in questi giorni rimarcando che la trattativa è veramente alle fasi finali e che la Pro Vercelli ha definitivamente detto sì alla Salernitana a prescindere dalla possibilità di essere ripescata, ci sono altri due calciatori accostati ai granata, ma che per motivi abbastanza simili difficilmente indosseranno la maglia granata. Il sogno di Colantuono, e non è certo un mistero, resta Memushaj, talentuoso centrocampista reduce da una stagione in chiaroscuro con la maglia del Benevento che quasi certamente lascerà il Sannio e che sta valutando proposte estere e italiane con la speranza di trovare una nuova sistemazione a stretto giro di posta. Tra costo del cartellino, ingaggio e durata contrattuale si tratterebbe di un investimento da oltre 1,2 milioni di euro, un po' tanti per un ragazzo di talento, ma che negli ultimi mesi non ha certo fornito un grande rendimento. L'operazione poteva essere più fattibile qualora Lotito avesse pensato di girare al Benevento Mattia Sprocati in prestito, ma nè il calciatore, nè la società hanno intenzione di ragionare su questa base sia perchè Inzaghi vuole valutarlo in ritiro, sia perchè la Salernitana non ha voglia di rinforzare una diretta antagonista del campionato cadetto. Tutto potrebbe dunque definitivamente arenarsi per la gioia del Pescara che da tempo sogna di riabbracciarlo dopo avergli cucito addosso per qualche settimana la fascia di capitano nell'anno della promozione in serie A, quando ebbe una media voto superiore al 7 in pagella e trascinò i compagni a suon di assist e gol. Anche per Basha la situazione non è semplice. Colantuono lo ha già allenato a Bari, negli ultimi anni in B ha fatto piuttosto bene e il primo desiderio del giocatore è quello di ritornare in patria e proseguire la carriera vicino alla famiglia. La Salernitana, però, sarebbe una squadra gradita a patto che venga incontro alle sue esigenze economiche: a Bari pare guadagnasse somme superiori ai 250mila euro netti a stagione, anche in questo caso un po' troppo. Se Castiglia e Altobelli firmassero, dunque, i granata potrebbero prendersi qualche settimana di tempo per guardarsi concretamente attorno e trovare una soluzione adeguata, di livello e per la quale valga effettivamente la pena sborsare quelle cifre. Se poi si riuscissero a cedere Signorelli e Zito i colpi sarebbero almeno due, oltre a qualche giovane come Palumbo che male non fa in una squadra cadetta e in un torneo così lungo.

Redazione Sport