UFFICIALE: Sprocati alla Lazio: "Grazie Salerno"

Il saluto social: "Senza di voi non ce l'avrei fatta". Ironia dei tifosi: "Vai alla prima squadra"

ufficiale sprocati alla lazio grazie salerno
Salerno.  

"Che dire?! Forse solo un grazie sarebbe poco per questa città e per questi tifosi, perchè se non fossi venuto a Salerno probabilmente non sarei mai esploso come giocatore! Da oggi inizia un nuovo capitolo della mia vita e della mia carriera. Ringrazio società e compagni che hanno creduto in me e mi hanno sempre messo nelle condizioni di potermi esprimere al meglio, ma soprattutto il ringraziamento più grande va a tutti i tifosi che mi hanno sempre sostenuto e che mi seguono passo dopo passo. Grazie, sarete sempre nel mio cuore!". Con questo messaggio scritto su Instagram l'oramai ex attaccante della Salernitana Mattia Sprocati ha annunciato il suo addio alla maglia granata e confermato il passaggio alla Lazio: oggi pomeriggio, tornato alle vacanze, il talentuoso esterno offensivo ha salutato telefonicamente il tecnico Simone Inzaghi (che gli ha dato appuntamento a metà luglio per il ritiro di Auronzo) ed ha avuto un confronto con il direttore generale Tare fissando per domani mattina alle 8 le visite mediche di rito. Firmerà un contratto di 4 anni e presumibilmente sarà girato in prestito sempre in serie A per fare esperienza e giocare con maggiore continuità: se lo contendono Sassuolo ed Empoli, per buona pace del Benevento che anche oggi ha incassato un secco "no, grazie" da parte di Fabiani che, contestualmente, ha consentito alla Salernitana di realizzare l'ennesima plusvalenza: un calciatore preso per 110mila euro è stato venduto per 2,5 milioni, con Lotito che ha rimpinguato le casse societarie. Sul web tifosi divisi: c'è chi ha inondato la sua bacheca augurandogli il meglio, chi ha puntato il dito contro chi "viene a Salerno pensando ai soldi e non al prestigio della maglia", chi ancora ha ironizzato scrivendo che "non sentirai la mancanza, in fondo hai firmato per la prima squadra". Di certo c'è che per questa cifra era giusto cedere un giocatore che ha disputato un girone di ritorno insufficiente e che già da dicembre aveva lasciato intendere di voler andare via.

Redazione Sport